Come identificare una molestia e poterla dimostrare in sede legale

Come identificare una molestia e poterla dimostrare in sede legale

Qualsiasi comportamento che violi la dignità della persona creando un ambiente intimidatorio, umiliante o offensivo per motivi di etnia, età, religione, convinzioni, disabilità, orientamento sessuale, etc… è qualificato come molestia.

In questo articolo affronteremo la questione dal punto di vista dello stalker: come si comporta? Come riconoscerlo? Quali sono le caratteristiche di uno stalker? Cosa fare in una situazione di bullismo?

Risponderemo a tutte queste domande per una migliore comprensione e prevenzione del fenomeno.

 

Come fai a sapere se si tratta di molestie? I segni per riconoscerlo

In primo luogo, è necessario distinguere tra i diversi tipi di molestie che possiamo riscontrare:

Bullismo sul posto di lavoro: comportamento ripetuto e prolungato di intensa violenza psicologica diretta da una posizione di potere, con l’intenzione di creare un ambiente ostile e umiliante sul posto di lavoro.

Molestie sessuali: qualsiasi comportamento verbale o fisico di natura sessuale che abbia l’effetto di violare la dignità di una persona.

Molestie per motivi di sesso: comportamento posto in essere sulla base del sesso di una persona con lo scopo di violare la sua dignità e creare un ambiente intimidatorio, degradante o offensivo.

Bullismo scolastico: qualsiasi forma di abuso fisico, verbale o psicologico che si verifica tra gli scolari ripetutamente nel tempo.

 

Come fai a sapere se si tratta effettivamente di bullismo sul posto di lavoro?

Le chiavi per rilevare il bullismo sul posto di lavoro sono:

  • Abuso di autorità.
  • Limitazione ai rapporti con i colleghi
  • Criticare o commentare la vita privata della vittima.
  • Trattamento denigratorio.

 

Come fai a sapere se si tratta di molestie sessuali?

Alcuni esempi comuni che ti aiuteranno ad individuare le molestie sessuali :

  • Contatto fisico intenzionale, non richiesto e non necessario come toccare, baciare, etc.
  • Approccio fisico non necessario ed eccessivo.
  • Ricerca ripetuta e deliberata di incontri da soli con la persona in orari e luoghi extra-lavorativi, per esempio.

 

Come sapere se si tratta di molestie sessuali?

Alcuni degli esempi più comuni che si possono definire molestie sessuali sono:

  • Attaccare fisicamente o verbalmente per dimostrare la superiorità di un sesso sull’altro in occasione di feste, eventi culturali e simili.
  • Ignorare contributi, commenti, azioni.
  • Ridicolizzare, usa espressioni peggiorative o sminuire abilità solo per il fatto che la persona appartenga ad un certo sesso.
  • Penalizzare i lavoratori per aver esercitato la maternità o la paternità.
  • Assegnare o richiedere incarichi a una persona sulla base di pregiudizi sessisti.
  • Usare gesti che creano un ambiente intimidatorio.
  • Usare l’umorismo sessista sul luogo di lavoro, tra gli altri.

 

Come fai a sapere se è bullismo?

Saranno segni di bullismo tutti quegli atti che danneggiano psicologicamente o fisicamente il bambino e soddisfano le seguenti caratteristiche :

  • Intenzionalità
  • Ripetizione
  • Squilibrio di potere

 

Il profilo dello stalker: 6 caratteristiche

I profili degli stalker variano a seconda della tipologia di cui parliamo. Possiamo trovare alcune caratteristiche comuni, ma sarebbe necessario approfondire per essere più precisi.

Queste le caratteristiche generali:

  • Persone poco tolleranti che non assecondano negli altri un modo di fare le cose diverso da quello che ritengono opportuno. Non tollerano discrepanze.
  • Persone incapaci di tollerare lo stress a cui sono sottoposte, esercitando così la stessa pressione che sentono sugli altri. Tendono ad incolpare il sistema e non assumersi alcuna responsabilità.
  • Persone che usano il potere per calmarsi.
  • Personalità ossessive: gli individui che hanno un carattere ossessivo hanno un immenso bisogno di dominare, controllare, classificare.

Nel caso tu ritenga di essere vittima di uno qualsiasi dei reati di cui sopra, oltre a rivolgerti alle forze dell’ordine puoi anche rivolgerti ad una agenzia investigativa per avere qualcuno che possa raccogliere le prove per conto tuo e poter così dimostrare le molestie anche in sede legale.

Precedente Rivestimenti di protezione per torri faro Successivo Comunicazione